Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Ici-Chiesa: pronto l’emendamento del Governo, esentati solo gli immobili non commerciali

Accordo fatto tra il Governo italiano e la Commissione europea sulla questione dell'Ici sugli immobili degli enti religiosi e delle associazioni no-profit.

Il presidente del Consiglio Monti ha comunicato a Bruxelles l'intenzione di presentare al Parlamento un provvedimento che risolva in modo definitivo la questione che è nella mani del vicepresidente Joaquin Almunia, commissario alla Concorrenza e agli aiuti di Stato.

Il provvedimento, che sarà un emendamento, chiarisce che l’esenzione è riservata agli immobili nei quali si svolge in modo esclusivo attività non commerciale.

Inoltre saranno abrogate le norme che esantano gli immobili in cui l’attività non commerciale non è esclusiva ma solo prevalente. In questo caso l'esenzione dall'imposta comunale sugli immobili (Ici o Imu che sia) sarà riferita solo alla parte destinata alle attività non commerciali.

La procedura era stata riaperta a ottobre 2010. Con questo intervento, la questione dovrebbe essere chiusa. La definizione delle modifiche alla legge italiana contestata dalla Dg Concorrenza per aiuti di stato è stata sostanzialmente concordata con la commissione europea.

Per saperne di più, leggi anche questo post che spiega come si è stratificato un groviglio giuridico che l'intervento del governo Monti cerca ora di dipanare.  

  • gianfranco |

    io sono cittadino italiano e nello tempo cattolico . chiedo: NO MI SPIEGO come posso pagare tutte le tasse richieste, dove non possiedo e una tassa dove sono possessore tassa di possesso.. vedi ex bollo,canone rai, imu ecc.pago delle spese alla chiesa battesimi comunione cresime funerali ecc. da ciò non possiamo detrarre niente, e la chiesa non versa niente di tutte queste entrate dei cittadini italiani.allo stato..chi mi da una risposta? GRAZIE

  • Daniele |

    Sarebbe ora di mettere in regola tutti gli alberghi “abusivi” della chiesa che non risultano come attività e dove si paga in nero! Si dovrebbero vergognare ugualmente coloro che li utilizzano: chiesa e clienti in questo caso sono entrambi evasori!

  Post Precedente
Post Successivo